Legge 155/2017 - Codice della Crisi d'Impresa e dell'Insolvenza

Il problema

La Legge 155/2017

Principali modifiche rispetto alla Legge 3/2012

Cosa fare, Cosa facciamo

Il problema

Il problema del sovraindebitamento assilla ormai decine di migliaia tra famiglie e piccoli imprenditori. La crisi economica di questi ultimi mesi, figlia dell'emergenza sanitaria mondiale, aggraverà ancor di più il quadro generale del problema dei debiti. La Legge 3/2012 ed ora anche la Legge 155/2017, regolamentano le procedure per uscire legalmente e definitivamente da queste situazioni. Per valutare le posizioni debitorie, scegliere la procedura migliore a seconda del caso specifico e per gestire tutta la pratica, è indispensabile affidarsi a realtà serie e professionali, diffidando da coloro che promettono soluzioni facili seriali per ogni caso. 

 

La Legge 155/2017

Con la Legge 155/2017 il Parlamento ha chiesto al Governo di riformare tutta la legislazione in materia fallimentare. La conseguenza, attraverso il D.L. 14/2019, è l'introduzione del CODICE DELLA CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA a riordino di tutta la normativa fallimentare. Il tema del sovraindebitamento viene pertanto inserito all'interno delle disposizioni del nuovo Codice, che quindi riscrive anche le regole dalla Legge 3/2012. Entrerà in vigore il 01 settembre 2021. Nel documento allegato riportiamo alcuni articoli del Codice, quelli che riguardano più specificamente il sovraindebitamento.

 

Principali modifiche rispetto alla Legge 3/2012

Le novità che più interessano il nostro operato, quelle riguardanti i soggetti non fallibili (consumatori, imprenditori minori, ecc.) sono riassunte di sotto. 

Si sposta il concetto di "fallimento" a quello di CRISI, non più inteso con intento punitivo ma in ottica di RISANAMENTO e migliora l'accessibilità alle procedure da ricomposizione della crisi da sovraindebitamento, prima inserite nella Legge 3/12

 

Vengono modificate alcune definizioni, per rendere la normativa più leggibile e meno interpretabile a piacimento. Ad esempio si chiarisce il concetto di CRISI, che è "lo stato di difficoltà che rende probabile l'insolvenza del debitore nel prossimo futuro". L'INSOLVENZA è "lo stato in cui si trova il debitore quando non soddisfa i propri obblighi" (mancati pagamenti, ecc.). SOVRAINDEBITAMENTO è "lo stato crisi o insolvenza del debitore non fallibile"

 

Cambiano le procedure di risoluzione della crisi: Accordo con i creditori, diventa CONCORDATO MINORE - Piano del consumatore, diventa RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DEL CONSUMATORE - Liquidazione del patrimonio, diventa LIQUIDAZIONE CONTROLLATA

 

Le procedure di RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DEL CONSUMATORE e CONCORDATO MINORE producono i loro effetti anche nei confronti dei SOCI ILLIMITATAMENTE RESPONSABILI nel caso la procedura venga avviata dalla società non fallibile di cui fanno parte

 

Membri della stessa famiglia possono presentare richiesta di un'unica procedura se il sovraindebitamento ha origini comuni o se i membri sono conviventi, trattasi in questo caso di PROCEDURA FAMILIARE

 

Nella RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DEL CONSUMATORE il giudice non deve più valutare la meritevolezza del debitore ma solo verificare che i debiti del sovraindebitato non siano stati assunti con COLPA GRAVE, MALAFEDE o FRODE. Il creditore, ad esempio la banca, che avrebbe concesso il credito con "leggerezza", ossia non valutando correttamente il merito creditizio del debitore, non potrà opporsi alla procedura, qualora non ritenesse la sua omologa congrua alla soddisfazione del proprio credito

 

Al CONCORDATO MINORE non possono accedere i consumatori. Per la sua approvazione non è più necessaria l'approvazione del 60% dei crediti, ma il 50% +1

 

La LIQUIDAZIONE CONTROLLATA è accessibile a tutti i soggetti non fallibili, quindi anche al consumatore. Può essere richiesta anche su INIZIATIVA DEL CREDITORE

Può essere esdebitato anche il DEBITORE INCAPIENTE, per una sola volta, anche se non dispone di nulla per soddisfare i creditori. In questa fattispecie il concetto di meritevolezza rimane, e lo valuta il giudice

COSA FARE, COSA FACCIAMO

1 Consulenza preliminare Un consulente dell'Associazione valuta, insieme a te, il tuo caso. Ti spiega se e come si possono applicare le procedure della Legge alla soluzione del caso specifico. Questo senza costo né impegno, ma semplicemente con il tesseramento

2 Raccolta dei documenti Il consulente ti aiuta nella ricerca e nella raccolta di tutta la documentazione utile ad istruire la pratica. Questa è una fase cruciale del percorso, in quanto la carenza documentale può essere una delle cause di insuccesso della procedura. 

3 Istruttoria Sulla base della soluzione e della strategia scelte istruiamo la pratica per renderla pronta al vaglio del tribunale

4 Presentazione della pratica Il legale dell'Associazione, esperto in materia di sovraindebitamento, prepara ed inoltra istanza di presentazione al tribunale. Ti assisterà fino all'ottenimento esito della procedura

5 Approvazione, omologa della pratica Il giudice, approvando la pratica, dispone al debitore di pagare quanto è emerso gli è possibile pagare, lasciando fuori la parte di reddito indispensabile al sostentamento della famiglia  

6 Esdebitazione Conclusa la procedura la parte di debiti rimasta impagata viene cancellata, come anche vengono cancellate le segnalazioni nelle banche dati della Centrale dei Rischi

 
 
 
 

INFO

CONTATTI

TEL +39 011 3496784

WA +39 345 3417970

 

MAIL: info@atub.it

PEC: atub@pec.it

 

via Tripoli 151 c 
Torino TO 10137

C.F. 97786780011

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale
  • Twitter Icon sociale

CAF PATRONATO

Modello 730

Modello Unico

Modello ISEE

Reddito di Cittadinanza

Modello RED

Pratiche successione

Colf e Badanti

IMU e TASI

Pensioni e contributi

Sostegno al reddito

Aiuti alle famiglie

Invalidità e inabilità

Pratiche per stranieri

Rilascio credenziali SPID

ASS. CONSUMATORI

Contenzioso bancario

Contenzioso della riscossione

Sovraindebitamento

Assistenza legale

Assistenza fiscale e contabile

Consulenza del lavoro

Consulenza per Finanza Agevolata

Pratiche tutela del consumatore

 

All right reserved ATUB 2020